Saint Laurent, Autunno Inverno 20/21

Questo Autunno Inverno, la collezione di Saint Laurent racconta la femminilità secondo la visione di Vaccarello, in cui la donna gioca tra i dualismi e il latex domina la scena.

– I wanted to find the balance between control and abandonment, the tension between discipline and pleasure that defines the modernity of Saint Laurent. For Saint Laurent, elegance is mandatory but it also goes with perversity; one without the other would only be plain bourgeoisie or vulgarity.
Mister Saint Laurent had a very peculiar vision of bourgeoisie, he almost rejected it. I was really stimulated by that tension this season, it made me want to break the codes that are too conventional. Saint Laurent is about danger. – Anthony Vaccarello, Creative Director

IL CONCEPT.

Disciplina e piacere. Controllo e abbandono.
Questa stagione è il risultato di un perfetto equilibrio in cui eleganza e perversione si contendono la scena: da sole sarebbero solamente borghesia o volgarità, un pensiero condiviso anche dallo stesso Yves Saint Laurent. 

È proprio lo spirito di Monsieur Saint Laurent, infatti, ad ispirare la creatività di Anthony Vaccarello che, partendo dagli elementi iconici della Maison, rompe i codici convenzionali della borghesia per creare una collezione unica, che strizza l’occhio agli anni Novanta e si sviluppa in un continuo dualismo tra eleganza e sex appeal. 

LA DONNA.

Audace. Spudorata. Sexy chic.
Questa stagione, Saint Laurent celebra il potere e la sensualità della donna. Una donna sofisticata che ha il coraggio di osare, non ha paura di essere giudicata e vuole correre rischi.

Un’attitudine che esprime a pieno con gli accostamenti unici del suo guardaroba: i motivi pied de poule delle giacche classiche in lana si mixano a leggings attillati in vernice e i cappotti dal taglio maschile, in una declinazione più trasgressiva, vengono indossati con lingerie in pizzo.

La musa di Saint Laurent si rivela una femme fatale con una forte attitudine ma che non perde mai la sua eleganza.

key items della stagione:

Saint Laurent_Autunno Inverno 2020/2021_Fashion Runway Recap_color palette_LATO.V
Embed from Getty Images

L'ISPIRAZIONE.

Per l’Autunno Inverno 2020 Vaccarello si lascia ispirare dalle collezioni degli anni ’80 e ’90 della Maison così come dai colori che, con la presenza del fucsia, del viola e del blu (per citarne alcuni), quest’anno più che mai ci riporta alla memoria l’iconica palette di YSL.

Non solo. Questa stagione è anche un omaggio alla collection du scandale di Yves Saint Laurent del ’71, una collezione che ben rappresentava la sua avversione per il cliché borghese e della quale ricordiamo l’iconica pelliccia verde, considerata ai limiti della volgarità per una signora della borghesia, e diventata poi simbolo di quello scandalo che suscitò il dissenso generale dell’epoca.

Vaccarello riprende quindi l’iconica pelliccia di quegli anni e ciò che rappresenta, ovvero la rottura dei confini tra l’haute couture e il pret-à-porter, e la rivisita in tre soluzioni pur mantenendo la silhouette originale.

E proprio da questa visione si lascia ispirare Anthony Vaccarello, il quale ci regala una collezione in grado di riportare alla luce l’anima di Monsieur YSL.

Photo Credits: Vogue Runway

Share on pinterest
Share on facebook
Share on twitter
Share on email

TI POTREBBE INTERESSARE:

IT