Gladiators: 7 tips per indossare i sandali alla schiava.

Dall’antichità con furore… I sandali alla schiava sono tornati!
O, forse, non se ne sono mai andati.

Dai gladiatori di un tempo alle dee moderne…
Sí, perché lo sappiamo che vi sentite cosí quando li indossate. O per lo meno vorreste…

Spesso, infatti, non sono la prima scelta per i nostri outfit.

Perché?

“Perché mi strizzano le gambe”
“Mi lasciano i segni rossi”
“A ogni passo mi cadono”

Sì lo sappiamo, il tracollo da amazzone a salamino è dietro l’angolo.

Eppure hanno un fascino a cui non riusciamo a resistere.

Quindi, che si fa?

Non siamo mica delle rinunciatarie noi. Dobbiamo trovare delle soluzioni!

Continuate a leggere, perché tra poco vi sveleremo qualche trucchetto per indossare i tanto desiderati sandali alla schiava.

Cosa sono i sandali alla schiava?

Di grande moda negli anni ’60 e ’70 e poi tornati molto popolari negli anni 2000 (proprio come il bucket hat), i sandali alla schiava sono ancora di gran moda e popolano gli e-shop e le passerelle di moltissimi brand.

Detti anche sandali gladiatore o gladiators, questo modello di sandali può essere con tacco o in versione flat ed è dotato di 2 laccetti più o meno lunghi e sottili che si annodano intorno alla gamba.

Le allacciature possono essere di vario tipo: da quelle alla caviglia fino a quelle a metà polpaccio, senza dimenticare i modelli più estrosi dove i lacci corrono addirittura fino al ginocchio.

Esistono anche versioni dove ai laccetti si sostituiscono fasce, cinghie o, più in generale, delle vere e proprie strutture fisse a gabbia.
Insomma, da vero gladiatore!

Probabilmente, nel nostro immaginario, siamo anche abituati a pensare al sandalo alla schiava come un modello con lacci sottilissimi in suede, stoffa o ecopelle.

Beh, sappiate che oggi esistono versioni ultra sporty con suole molto spesse e fasce altrettanto larghe.

La cosa certa è che si tratta di una scarpa che non passa inosservata e che, una volta indossata, diventerà la protagonista del vostro look.

Perciò, che si tratti di lacci spessi, sottili, in pelle o suede, lunghissimi o corti… Qualche tips su come allacciarli e abbinarli potrà sicuramente tornarci utile.

Come indossare e abbinare i sandali alla schiava.

1. Revival Anni '70: mostra le gambe!

Con i sandali alla schiava… Mostra le gambe!
Sulla scia Anni ’70, shorts e minidress con lunghezze fino massimo al ginocchio sono perfetti per catalizzare tutta l’attenzione sulla scarpa.
In questo caso attenzione ai tacchi (se non volete look troppo audaci, meglio puntare su modelli flat senza tacco).

2. La combo più cool e audace è con i pantaloni.

Chi lo dice che i gladiators non possono essere abbinati ai pantaloni?
Si può eccome e il risultato coolness è garantito.

Se hai jeans skinny, o magari un pantalone con taglio cropped che lascia un po’ scoperta la gamba, annodali alla caviglia.

Mentre, se avete voglia di osare, l’alternativa più audace, ma sempre cool, è quella di allacciarli sopra i pantaloni per bloccare l’orlo.

3. Che colori scegliere e come allacciarli in base alla corporatura.

Se avete caviglie e polpacci sottili e gambe affusolate, provate ad osare con modelli allacciati fino anche al ginocchio.
Ma attenzione: evitate questa allacciatura se non siete molto alte, rischierebbe di accorciare ancora di più la vostra figura.

Osate anche con colori fluo o brillanti: catalizzeranno tutta l’attenzione sul vostro sandalo.

Al contrario, se non avete caviglie sottilissime e polpacci affusolati e il vostro obiettivo è assottigliare la figura optate per un’allacciatura intorno alla caviglia.
È decisamente più pratica e non segnerà la gamba. In questo modo scongiurerete blocchi di circolazione e slegamenti indesiderati.

Per quanto riguarda le colorazioni invece, optate per modelli gladiators dai colori nude o comunque chiari. Questo distoglierà l’attenzione e camufferà un po’ la calzatura.

E a proposito di colori, rimanendo in tema estate, con una bella abbronzatura non potete non sfoggiare gladiators sulle sfumature dell’oro e dell’argento. Daranno una luminosità senza eguali al vostro look.

4. Sotto al maxi dress.

I sandali alla schiava sono perfetti anche per abbinamenti con maxi dress lunghi o di lunghezza midi, leggeri e svolazzanti. Ad ogni vostro passo l’abito si solleverà per mostrare i vostri gladiators.

Per un look super estivo, prediligete caftani o abiti bianchi in pizzo o lino da abbinare a gladiators con suola in paglia o lacci in corda: aiuterà sicuramente a smorzare l’effetto sensuale dei sandali alla schiava.

5. ”No, io odio i lacci”: ecco le alternative.

Odiate i lacci? Non ce la fate proprio?
Esistono delle opzioni alternative.
Per esempio, potete puntare sui modelli a spirale con un cinturino che avvolge naturalmente la gamba.
In alternativa potete optare per le calzature con fascette o cinghiette che creano un motivo a gabbia ( talvolta bloccato da una cerniera posteriore).

6. Slancia la figura!

Allunga la figura al massimo con abiti cortissimi e sandali dal colore nude (come sempre, con queste lunghezze occhio all’utilizzo del tacco).

7. Modelli flat per daily look.

Può sembrare una scarpa solo da party notturno ma, in realtà, ci sono tantissime opzioni anche in versione daily.
Sono tanti i modelli di sandali flat che potete indossare per look da tutti i giorni con shorts, abitini ma anche vestiti lunghi.

A questo punto, ci resta solo una cosa da dirvi.

Se i sandali alla schiava non rispecchiano i vostri gusti, continuerete a non indossarli con molta serenità (sempre che non abbiamo stuzzicato la vostra fantasia…!).

Ma se, invece, amate questo modello o vorreste provare a indossarlo speriamo che queste nostre tips vi possano aiutare a cancellare un po’ di dubbi e insicurezze.

Giocate, osate, sperimentate. 
E con qualche piccola accortezza, siamo sicure che potrete amare anche voi i vostri gladiators!
Parola di due petites!

Ancora più ispirazioni?

Seguite la nostra bacheca Pinterest dedicata ai consigli di stile e lasciatevi ispirare!

Share on pinterest
Share on facebook
Share on twitter
Share on email

TI POTREBBE INTERESSARE:

IT