Choker e Torque: cosa sono e come indossarli.

Ci sono degli accessori a cui vi sarà capitato di rinunciare, sventolando bandiera bianca ancora prima di indossarli e pensando:

“Questo non fa per me!” o “Non è nel mio stile”.

E temiamo che questo potrebbe essere il caso dei choker e dei torque, ovvero di quei collarini o collari che avvolgono il collo e che forse avete desistito dal comprare in passato perché difficili da abbinare o perché l’unico ricordo che riuscivano a suscitarvi era quello dei collarini tattoo regalati col Cioè.Eppure, persino le principesse Disney ci dimostrano che là fuori ci potrebbe essere un modello fatto apposta per noi.

Generalmente choker è il termine più usato per indicare indistintamente entrambe le varianti, ma per essere più precisi a seconda delle sue caratteristiche questo modello di collana prende il nome di choker (in pieno stile Cinderella) o torque (il preferito di Jasmine).

Oggi troviamo tantissime proposte in commercio, realizzate con i materiali e le forme più disparate che lo rendono un accessorio versatile e che si adatta a moltissimi look!

Perciò, se siete amanti del genere o se vi state ancora chiedendo se faccia o no al caso vostro, continuate a leggere e scoprite insieme a noi le caratteristiche dei due modelli e i consigli su come abbinarli ai vostri outfit!

Il choker: le caratteristiche.

Il choker è un collarino, più o meno sottile e generalmente piatto, che si porta aderente attorno al collo.

Così bene indossato da Rachel in Friends (ma non scordiamo neppure Brenda di Beverly Hills 90210 e persino Lady Diana), negli anni ha subito un vero e proprio restyling.

Oggi lo troviamo in tantissime varianti, alcune anche molto eleganti, ma qualunque modello scegliate di acquistare, resta invariata la sua caratteristica principale: una struttura morbida.

Sul mercato troviamo diversi materiali tra cui scegliere come perline, catene, metallo ma molto popolari sono i modelli in tessuto (tra cui raso, pelle, velluto, …).

Per quanto riguarda la chiusura, spesso si trova nella parte posteriore del collo (con moschettone, fibbia o bottoni a pressione) ma è possibile trovare anche versioni con un nastro da annodare (con un fiocco o con un semplice nodo).

Il choker: un accessorio versatile.

Il choker è un accessorio versatile che si presta sia agli outfit da giorno che a quelli da sera oltre che a look e stili molti diversi tra loro.

Può aggiungere un tocco grunge al vostro look, ma può anche completare gli outfit più casual in modo sobrio e delicato.
Può dare al vostro stile un gusto romantico così come un’allure di stampo più boho-chic con l’aggiunta di pendenti o decorazioni etniche.

Esistono versioni più audaci e rockeggianti (pensiamo alla combinazione di metallo e pelle) ma bastano dei dettagli luccicanti o qualche pietra preziosa per trasformare il choker nell’accessorio perfetto per le occasioni serali.

Il torque: le caratteristiche.

Il torque (o torc), invece, è un ornamento di origine antichissime in grado di fondere in un unico accessorio antico e moderno.

Si tratta di un gioiello dal volume ingombrante, realizzato con materiale rigido o semirigido (come il metallo o il plexiglass) e sono proprio la sua durezza e la sua indeformabilità a distinguerlo dal choker.

È una sorta di maxi anello rigido che avvolge il collo e oggi si trovano in commercio tantissime varianti dalle forme più disparate.

Per quanto riguarda la chiusura anche se tendenzialmente è una collana che rimane aperta (spesso nella parte anteriore, per far passare il collo), sul mercato non mancano anche modelli chiusi.

Choker e Torque: come abbinarli.

1. Punta su un layered look.

Potete abbinate il vostro choker o torque arricchendolo con altre collane, mixando lunghezze e materiali. Alcuni spunti:

👉🏻 abbina il choker o il torque con una sola collana sottile molto più lunga o varie collane di diversa lunghezza (piccola nota: optate per collane multifilo sottili di finitura simile che esaltano il décolleté oppure giocate mixando dettagli e materiali diversi);

👉🏻 indossate più choker insieme di lunghezze simili

👉🏻 abbinate il choker o il torque ad una collana a laccio, cioè un nastro in stoffa o in pelle legato intorno al collo con un nodo o un fiocco (che potete lasciare sul davanti o nascondere dietro la nuca per le occasioni più formali).

2. Giorno o sera?

Entrambi! È tutta questione di equilibri.

☀️ Per il giorno si puó optare su modelli più fini o magari un choker in stoffa (velluto, pizzo, pelle, …). In alternativa puntate sulla sovrapposizione di modelli più sottili.

🌙 Per la sera si può osare con modelli gioiello più spessi e avvolgenti (magari in versione maxi) e impreziositi da perle, pietre, diamanti o dettagli luccicanti.
(Nel caso di modelli maxi fate sempre attenzione alle proporzioni rispetto alla forma del vostro viso e alla vostra corporatura).

3. Attenzione agli orecchini!

Se il modello di choker o torque che hai scelto è molto vistoso, evita di indossare gli orecchini o, se proprio non vuoi rinunciarvi, abbinane un paio sobri e di piccole dimensioni.

4. Attenzione alla scollatura!

👚 Scollature a V: con una scollatura a V stretta o poco profonda meglio un choker o torque singolo, mentre una scollatura a V più ampia si presta bene a versioni multifilo che seguono la linea della scollatura esaltando il décolleté.

👚 Sì a scollo a cuore, a barchetta o a modelli senza spalline: questi modelli lasciano le spalle scoperte e un choker o un torque sono perfetti per riempire il vuoto e porre l’accento sul vostro collo, il vostro volto e ovviamente sulla vostra collana. Questa è la combo ideale per creare i look più eleganti.

👚 T-shirt o maglie girocollo: in questo caso si può optare per un modello singolo. L’importante è che la collana che scegliete cada perfettamente sulla scollatura della vostra maglia o ne segua la linea: questo darà l’impressione che il vostro accessorio sia un’estensione del vostro capo. Così la collana non risalterà eccessivamente, ma completerà il vostro look in modo sobrio ed armonioso.

5. Idee per l'estate.

Per la stagione estiva meglio optare per versioni gioiello. Le sfumature metalliche, infatti, aiutano ad illuminare il viso e far risaltare l’abbronzatura.

6. DIY: realizza un choker.

Choker fai da te. Come farlo?
Opzione 1: prendete un foulard, tagliate una striscia sottile di tessuto e legatela intorno al collo.
Opzione 2: andate in merceria e sbizzarritevi comprando nastri colorati di lunghezze, larghezze e materiali diversi.
In entrambi i casi, per chiuderlo potete scegliere di fare un fiocco oppure solo un nodo, lasciando cadere i lembi del nastro sulla nuca o, perché no, sul davanti.

E ultimo, ma non per importanza…

Attenzione alla forma del viso!

Il choker e il torque sono due modelli fascianti e molto avvolgenti che incorniciano il volto e puntano l’attenzione sul collo e sulla scollatura.

Per questo motivo sono perfetti per chi ha il collo lungo e slanciato e un viso allungato o un po’ spigoloso.

Per chi ha il collo corto e un viso rotondo, potrebbe creare il temuto “effetto strozzato”. Perciò, se non volete rinunciarvi, meglio optare per un modello più sottile, magari con un ciondolo per slanciare la figura.

Extra tips: per porre ancora di più l’attenzione su collo e scollatura, indossalo con i capelli raccolti. 

Share on pinterest
Share on facebook
Share on twitter
Share on email

TI POTREBBE INTERESSARE:

IT